commento al bilancio - REPUBBLICANI ALFONSINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

commento al bilancio

notizie e curiosità
Bilancio di previsione Unione dei Comuni 2015

Abbiamo fatto la scelta di non parlare di numeri, che pure sono importanti,e ringraziamo per questo i tecnici ed il revisore per il lavoro svolto,ma vogliamo sottolineare le carenze e gli aspetti critici delle scelte politiche effettuate.

Riscontriamo che per l'anno in corso si farà fronte ai tagli apportati dalla Legge di stabilità con avanzi derivanti dal 2014, anche se non interamente, che Il Comune di M. Lombarda aumenterà l'addizionale IRPEF aumentando contemporaneamente la soglia di esenzione, cosa a cui noi siamo fermamente contrari. La nostra preoccupazione maggiore è la prospettiva che per il 2016 ci sia la necessità di rivedere le detrazioni su IMU e TASI. Altro elemento che lascia molti dubbi è quello relativo ai Servizi Educativi, per i quali i è stata prospettata la necessità di definire una diversa modalità di gestione. una ulteriore esternalizzazione molto in voga in tanti comuni d’Italia, così come l’omogeneizzazione delle rette delle mense degli asili nido e delle materne anche se con uno scaglionamento di tre anni, siamo di fronte a cifre importanti per quanto riguarda gli insoluti, con le famiglie sempre più in difficoltà finanziaria, come si può pensare che siano in grado di pagare rette sempre più alte? Non si corre il rischio che aumentino gli insoluti?. Nel 2012 fu presentato un progetto per recuperare soldi dalla lotta all'evasione fiscale che sino ad oggi ha portato in cassa solo 5.000 €.! Risultato assolutamente deludente che cosa si intende fare?


Pur consapevoli della difficoltà in cui versano gli enti locali a seguito del taglio dei trasferimenti del Governo, siamo fortemente preoccupati per quanto riguarda l’imposizione locale :IMU, Tasi, Tari, add. Irpef, che oggi sono un vero e proprio macigno per le Imprese del territorio dell’Unione. Ci aspettavamo nel bilancio di previsione del 2015 un alleggerimento della pressione impositiva, invece , da quanto si evince dal documento,nutriamo forti timori per quanto potrà accadere a partire dal 2016, quando si prospettano tagli ai consorzi fidi ed ai fondi per la sicurezza.

Per le imprese del nostro territorio sono veicolo di sviluppo anche la sburocratizzazione degli enti, i piani urbanistici, gli interventi sull’efficentamento energetico e tutti gli strumenti di programmazione come il piano d’ambito ed il RUE. Dunque alla formazione dei progetti per il futuro,riteniamo basilare l’intervento delle imprese nella costruzione comune di percorsi e non solo nella condivisione finale.

Questo bilancio ci ha molto deluso in quanto, sebbene gli amministratori siano consapevoli delle difficoltà a cui si andranno incontro a partire dal 2016 , se non interverranno cambiamenti a livello nazionale, stanno ancora pensando a cosa fare! Il 2016 è domani,e chi Amministra è fortemente in ritardo per un disegno strategico di crescita e di sviluppo del territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.Crescita e sviluppo che significano occupazione IRPEF pagata e quindi risorse per gli Enti Locali .

Per queste motivazioni il voto della lista Per Alfonsine è negativo

Laura Beltrami



 
Torna ai contenuti | Torna al menu