violenza alle donne - REPUBBLICANI ALFONSINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

violenza alle donne

notizie e curiosità
violenza alle donne
Non passa giorno senza che arrivino notizie su donne maltrattate, uccise o violentate. Il fenomeno della violenza sulle donne, che spesso non avviene da parte di estranei, ma,purtroppo,da mariti o compagni è diventato talmente inquietante da far intervenire urgentemente il legislatore.
Riporto quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale: Il DECRETO-LEGGE 14 agosto 2013, n. 93 “
Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonche' in tema di protezione civile e di commissariamento delle province. (13G00141) (GU Serie Generale n.191 del 16-8-2013)
note: Entrata in vigore del provvedimento: 17/08/2013.
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 15 ottobre 2013, n. 119 (in G.U. 15/10/2013, n. 242).
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
“ Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuto che il susseguirsi di eventi di gravissima efferatezza in danno di donne e il conseguente allarme sociale che ne e derivato rendono necessari interventi urgenti volti a inasprire, per finalita'
dissuasive, il trattamento punitivo degli autori di tali fatti, introducendo, in determinati casi, misure di prevenzione finalizzate alla anticipata tutela delle donne e di ogni vittima di violenza
domestica; Si considera, altresi', necessario affiancare con urgenza ai predetti interventi misure di carattere preventivo da realizzare mediante la predisposizione di un piano di azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere, che contenga azioni strutturate e condivise, in ambito sociale, educativo, formativo e informativo per garantire una maggiore e piena tutela alle vittime. “
L’antropologa francese François Héritier nel 1997 definisce così la violenza :”ogni costrizione di natura fisica, o psichica, che porti con sé il terrore,la fuga, la disgrazia, la sofferenza o la morte di un essere animato; o ancora, qualunque atto intrusivo che abbia come effetto volontario o involontario l’espropriazione dell’altro, il danno o la distruzione di oggetti inanimati”.
Le Nazioni Unite con la dichiarazione del 1993, si impegnano a combattere il fenomeno e riconoscono come violenza alle donne:“ ogni atto di violenza in base al sesso che produca o possa produrre danni o sofferenze fisiche, sessuali,psicologiche,coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che privata”.
I tipi di violenza alle donne sono dunque tanti,tutti aberranti e da quanto riportato dai media,vanno dalla violenza all’interno della coppia ; violenza fisica, psicologica, violenza attuata in modo indiretto di cui spesso sono vittime i figli , violenza economica,allo stolking . Purtroppo gli episodi di violenza sono presenti in tutte le fasce sociali, in tutto il territorio nazionale compreso il nostro Comune. L’unico suggerimento che qui mi preme dare come donna, come cittadina ,come essere umano , data la gravità del fenomeno,è di invitare le donne che sono oggetto di tali violenze a reagire, a non isolarsi sperando che il tempo“cambi” qualcosa, a rivolgersi ai centri di aiuto alle donne presenti a Ravenna LINEA ROSA 0544 216316 ed a Lugo DEMETRA 0545 27168, in attesa che si delinei un profondo cambiamento sociale e culturale che l’Italia ha solo ora cominciato ad affrontare.

Laura Beltrami PRI Alfonsine




 
Torna ai contenuti | Torna al menu